Archivi categoria: video

Sesso: adolescenti confusi. Per colpa della tv

I ragazzi italiani sono, in materia di educazione al sesso, i più ignoranti d’Europa. I dati forniti dalla Società italiana di ginecologia e ostetricia dimostrano che quasi il 65 per cento dei teenager del paese ha una conoscenza pressoché nebulosa della materia. La responsabilità di questa visione confusa sarebbe dei media, in particolare della televisione, alla quale più di 300 mila nostri adolescenti affidano la propria istruzione all’amore.

Un ragazzo su dieci in sostanza crede ciecamente nel modello sessuale proposto dalla tv. Secondo uno studio della rivista di riferimento dei pediatri statunitensi, Pediatrix, la visione di comportamenti troppo espliciti attraverso il piccolo schermo comporterebbe un abbassamento dell’età media del primo rapporto amoroso. Dallo studio Sigo emerge come il 61 per cento delle ragazze e il 39 per cento dei ragazzi italiani rimpiangano di aver fatto sesso troppo presto o in condizioni poco piacevoli. Una teenager su tre inoltre ha avuto il primo rapporto senza alcuna precauzione.

Il risultato? Aumento drammatico delle malattie sessualmente trasmesse (clamidia, sifililide, gonorrea e Aids), altissimi tassi di gravidanze interrotte e più di 10 mila nascite all’anno nelle teenager del paese.

Giovani italiani fanalino di coda europeo anche in fatto di contraccezione: il 27 per cento degli under 19 non li utilizza. Di questi la metà non se ne serve volontariamente, il 38 per cento non ne conosce l’utilizzo, mentre il 9 per cento li adopera in maniera errata.

Articolo e video di Giuseppe Ferrante

Lascia un commento

Archiviato in articolo, notizie, Uncategorized, video

La dura vita di un immigrato a Roma

Dalla diffidenza all’aperta ostilità. Sempre più romani stanno cambiando atteggiamento nei confronti degli immigrati. Le aggressioni – verbali e fisiche – aumentano continuamente. Anche in una città che lo stereotipo vorrebbe accogliente e aperta. “Non è ancora un’emergenza, ma un trend negativo molto chiaro, in atto già da tempo”. A dirlo è uno dei massimi esperti di immigrazione nella capitale: il professor Francesco Pompeo, docente di antropologia sociale all’università di Roma Tre. Il professore collabora a rapporto annuale “Osservatorio romano sulle Migrazioni” promosso dalla Caritas.

Il problema più grande coinvolge i romeni, che in pochi anni sono diventati la comunità straniera più numerosa di tutta la provincia con 92.000 presenze (leggi i dati completi nel V° rapporto dell’Osservatorio). Un flusso recente che ancora dev’essere “digerito” dagli abitanti originari della città. “Da quando si è cominciato a battere sul tema della sicurezza – sostiene Pompeo – si è creato un clima di paura verso la nazionalità romena in generale”. Anche grazie ad alcuni fatti di cronaca, primo fra tutti l’omicidio di Giovanna Reggiani nell’ottobre 2007. Ma l’aggressività non si manifesta solo verso i romeni, le vittime sono anche cinesi, marocchini, ucraini, moldavi. Va un po’ meglio per filippini e sudamericani, i primi ad arrivare a Roma tra gli anni Ottanta e Novanta. Tuttavia neanche queste comunità sono immuni dal cambiamento di clima intorno agli stranieri.

LEGGI ANCHE: Diritto di cittadinanza: 30 leggi chiuse nel cassetto
IL VIDEO: I sudamericani di Colle Oppio e la paura del domani
Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in articolo, federico formica, notizie, Uncategorized, video, video

Derby di Roma: scontri dentro e fuori dallo stadio

Il tabellino dice  che ha vinto la Roma per 1-0 con rete di Marco Cassetti. Stavolta, però, la cronaca sportiva è passata in secondo piano per fare spazio al racconto degli scontri, sia tra tifoserie che tra tifosi e Polizia.

Prima della partita, a Largo De Bosis (di fronte allo stadio) alcuni ragazzi hanno lanciato sassi e bulloni contro le forze dell’ordine che hanno risposto con una carica. Dentro lo stadio, in particolare in tribuna Tevere (dove i tifosi di Roma e Lazio erano più vicini) sono stati esplosi decine di petardi, tanto da indurre l’arbitro Rizzoli ad interrompere la partita per alcuni minuti. Ben presto i poliziotti sono saliti sugli spalti per dare una mano agli steward. Solo la minaccia della sospensione ha permesso che la situazione tornasse alla normalità.

Ma il peggio doveva ancora arrivare. A fine gara sono ripresi gli scontri tra laziali e romanisti. Ragazzi a volto coperto, armati di mazze di legno e spranghe, avevano aperto “la caccia” al tifoso avversario. Un ragazzo è stato ferito alla testa e almeno un altro è stato portato via a braccia da alcuni amici. E’ stata incendiata un’automobile sul Lungotevere, a pochi metri dall’ingresso dello stadio. Pochi minuti più tardi il caos si è spostato di qualche centinaia di metri, nei pressi di Ponte Milvio, dove le camionette della polizia sono rimaste fino alle 23.50.

1 Commento

Archiviato in articolo, federico formica, notizie, video

Il disastro di Eutelia-Agile raccontato dai dipendenti

Sono venuti da tutta Italia per manifestare e ottenere un incontro con la presidenza del Consiglio. I lavoratori del gruppo informatico Omega, provenienti dalle aziende Agile ed Eutelia, hanno sfilato a Roma da piazza dell’Esquilino fino a via del Corso, a due passi da Palazzo Chigi. Nel video, i dipendenti di questo gigante dell’information technology raccontano come si vive senza stipendio e danno la loro interpretazione della complicata vicenda che li coinvolge in prima persona.

LEGGI ANCHE: Aggrediti i dipendenti nella sede romana di Eutelia | Eutelia, la ricostruzione dei fatti (Pdci Tv) | Eutelia annuncia nuove casse integrazione. Il motivo? L’occupazione di alcune sue sedi

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in articolo, federico formica, notizie, Uncategorized, video, video

Ultras in piazza, tutti uniti contro la Tessera del Tifoso

Le tifoserie di tutta Italia si sono date appuntamento a Roma per protestare contro la Tessera del Tifoso, la misura introdotta dal ministero dell’Interno per controllare l’accesso agli stadi. Ma per i supporters è stata anche l’occasione per ricordare Gabriele Sandri, il tifoso laziale ucciso dal poliziotto Spaccarotella. Proprio tre giorni fa, infatti, ricorreva il secondo anniversario della morte del giovane.

h.15.00 La manifestazione si è conclusa.

h.14.00
Davanti ai tifosi radunati in piazza della Bocca della Verità è intervenuto l’ex deputato Paolo Cento ed è stato letto un comunicato della famiglia Sandri accolto da tanti applausi e cori di solidarietà.

h.13.00 Il corteo si è concluso alla Bocca della Verità. Adesso i tifosi si radunano per un confronto.

h.12.00 Il corteo è arrivato al Colosseo. I tifosi gridano cori contro Polizia, Carabinieri, il ministro dell’Interno Roberto Maroni e i giornalisti. Tanti anche i cori contro l’agente che uccise Gabriele Sandri (“Spaccarotella 30 anni in cella”, cantano). Al loro passaggio, i tifosi accendono fumogeni rossi, gialli, verdi, blu e lanciano petardi. La manifestazione è pacifica, ancorché colorata e rumorosa.

La Tessera, che dovrebbe entrare in vigore dal gennaio 2010, verrà rilasciata dai club di calcio ai singoli tifosi dopo il parere della Prefettura. Ma con alcune eccezioni, che sono diventate il terreno di scontro tra tifosi e istituzioni:

– niente Tessera a chi sia stato colpito da Daspo (divieto di partecipare a manifestazioni sportive)
– niente Tessera a chi sia stato condannato in primo grado per reati legati alle partite di calcio nei precedenti 5 anni
– niente Tessera a chi è sorvegliato speciale dalla Prefettura

La tessera servirà esclusivamente per seguire la propria squadra in trasferta. Per i tifosi si tratta di un modo per schedare e limitare la libertà di chi, negli anni scorsi, ha commesso un “errore”, come partecipare a uno scontro tra supporters.

In diretta, le foto e i video dalla piazza.

Seguiteci anche su Twitter e su Facebook.
Leggi anche: l’Osservatorio sulle Manifestazioni Sportive illustra la Tessera del Tifoso

1 Commento

Archiviato in articolo, fotogallery, notizie, redazionale, video

Aggrediti i lavoratori di Eutelia. Il video-racconto di una giornata di follia

EuteliaSenza stipendio da mesi, un licenziamento alle porte e, adesso, anche un’aggressione alle prime luci dell’alba. Non c’è pace per gli ex lavoratori di Eutelia, ora confluiti nel gruppo Omega.

Gli impiegati, che da fine ottobre presidiano la sede di Eutelia sulla via Tiburtina a Roma, sono stati sorpresi pochi minuti dopo le 5 del mattino da un gruppo di sedicenti poliziotti. In realtà, la “squadraccia” (così la chiamano) era composta da 12 vigilantes privati, 3 dipendenti Eutelia e lo stesso Samuele Landi, dirigente dell’azienda. Hanno divelto le porte con piedi di porco, li hanno svegliati, gli hanno impedito di andare in bagno, hanno tentato di cacciarli dagli uffici nei quali dormono da settimane. I lavoratori hanno chiamato la Polizia che è intervenuta quasi subito.
Leggi chi è Samuele Landi
Eunics: il “mob” di capitan Uncino, da il manifesto del 12/07/2007


Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in articolo, federico formica, notizie, video, video

Lo studio al freddo e sotto le coperte Vita in tenda dei fuori sede a L’Aquila


Video di Giuseppe Ferrante

A L’Aquila, gli studenti fuori sede chiedono alloggi. Sono più di 5.000 infatti i ragazzi che si devono arrangiare, per frequentare le lezioni, nel campo tende allestito in prossimità dell’Università. L’anno accademico è iniziato il 19 ottobre ma ancora la Regione non ha dato risposte per risolvere il problema delle case. Servono oltre 8000 posti letto. Per il momento se ne contano solo alcune centinaia, poco più di 200 alla Reiss Romoli e circa 120 alla nuova Casa dello studente, inaugurata dal presidente della Lombardia Formigoni e data in gestione alla curia invece che all’ente regionale di competenza: l’Adsu. L’Ateneo, ritenuto il motore economico della città colpita dal sisma dello scorso 6 aprile, ha quest’anno perso più di diecimila iscritti (l’anno scorso erano 27.000, quest’anno appena 16.000). Tanti studenti fuori sede senza alloggio, a causa delle condizioni di vita precarie, pensano ora di trasferirsi per terminare gli studi in altre città.

5 commenti

Archiviato in l'intervista, notizie, video