Archivi categoria: lanfranco sbardella

Contro la Sla, una Onlus made in Harvard

Prize4Life, Inc. (P4L) arriva per la prima volta in Italia e lo fa organizzando una serata proprio a Roma. L’associazione è stata fondata nel 2006 da tre studenti della Harvard Business School e in soli quattro anni ha ottenuto donazioni per 4 milioni e 300mila dollari (come è possibile vedere dal bilancio pubblicato sul sito al 31 dicembre 2008).

Dietro P4L che nasce negli Stati Uniti con una sede a Boston e sette dipendenti che vi lavorano a tempo pieno ci sono importanti sostenitori: fra questi Michael Bloomberg, sindaco di New York, Sotherby’s, la più antica casa d’aste internazionale del mondo, Bristol-Myers Squibb, azienda biopharm leader nella ricerca di farmaci per malattie gravi, quotata alla borsa di New York, e Vetex Pharma. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in articolo, lanfranco sbardella, notizie

Prescrizione non è assoluzione, protesta davanti alla sede Rai di viale Mazzini

Sono più di 200 mila coloro che hanno aderito al gruppo nato su facebook “La dignità dei giornalisti e il rispetto dei cittadini”.

Oggi alcuni di loro si sono dati appuntamento sotto il cavallo della Rai di viale Mazzini per ricordare, ancora una volta, al direttore del TG1 Augusto Minzolini, che il termine prescrizione non è il sinonimo di assoluzione. Ricorderete la vicenda nata dal caso Mills: durante il servizio del telegiornale di Rai1 era stata data la notizia della assoluzione dell’avvocato inglese, quindi innocente e non perseguibile per il reato di corruzione. Realtà ben diversa visto che il reato è stato prescritto.

Per tutta la mattina alcune decine di cittadini hanno srotolato uno striscione e hanno urlato slogan proprio verso le finestre di Minzolini.

Blitz anche a Milano, davanti alla sede regionale della Rai in corso Sempione, e a Londra, davanti alla sede della Bbc

2 commenti

Archiviato in articolo, fotogallery, lanfranco sbardella, notizie, redazionale, Uncategorized

Diritto di cittadinanza: 30 leggi chiuse nel cassetto

Immagina di essere una persona come tutte le altre. Hai un buon curriculum, hai studiato, hai ottenuto la laurea, hai un buon lavoro. Ti dicono che l’Italia è un paese meraviglioso anche se a volte ti capita di pensare il contrario.
Sei una persona allegra, hai un tetto sotto cui ripararti, hai amici e relazioni ormai stabili.
Sei un cittadino del mondo…ma non dell’Italia.

Questa è la situazione in cui si trovano centinaia di ragazzi costretti nella loro condizioni di apolidi o cittadini stranieri pur essendo nati su suolo italiano o residenti da molto tempo. Dati alla luce da genitori stranieri, residenti in Italia. Costretti dalla attuale legge 91 del 1992 a poter richiedere la cittadinanza solo al 18esimo anno di età. E solo se a conoscenza del proprio diritto, altrimenti si perde il turno. E tutto naufraga. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in articolo, lanfranco sbardella, notizie, video

Fuori Orario: le prove del disastro FS

“Fino al 1999, quando i dati della puntualità erano inseriti manualmente, era tutto taroccato. Adesso non è più così. Ma in assenza di controlli esterni, lo spazio per l’abuso permane. Nel 2008 ben 1754 Eurostar sono arrivati in ritardo ma registrati come puntuali”

E’ una delle scomode verità che Claudio Gatti, inviato speciale de “Il Sole 24 Ore”, svela nel suo libro inchiesta edito da Chiarelettere. Abbiamo incontrato l’autore a pochi passi dalla stazione Termini a Roma, proprio per farci raccontare una di queste storie.

Lascia un commento

Archiviato in notizie, redazionale, Uncategorized, video, video

La corsa alla Pisana per il dopo-Marrazzo

Chi arriverà alla Regione dopo Piero Marrazzo?
Il totonomine è cominciato già da alcune settimane. Si fanno i nomi più diversi da entrambe le parti politiche. E se nel centrosinistra la tegola dello scandalo sessuale e a base di cocaina penalizza, almeno per il momento, i papabili candidati, nel centrodestra si rimane affacciati a vedere che cosa succede.

Il sondaggio condotto da Crespi ricerche mostra come solo Walter Veltroni susciti ancora la fiducia di più del 50% degli elettori. Questi nomi però sono già tramontati per lasciare spazio ad altri candidati: Rosy Bindi (Pd), Bruno Tabacci (Udc), Andrea Riccardi (fondatore della comunità di Sant’Egidio e di area centrista). Nei corridoi rimbalza anche il nome di Emma Bonino, leader dei radicali, personalità di alto respiro istituzionale, donna protagonista di numerose battaglie per le libertà individuali. Ad oggi il partito democratico dichiara di voler le primarie di coalizione (Pd, Idv, SeL e potrebbe arrivare anche l’Udc) per scegliere il prossimo candidato.
Fra 15 giorni invece il centrodestra chiuderà le sue consultazioni sul nome del candidato/a.

Pressanti sono le notizie che vedono la leader dell’Ugl, la sindacalista Renata Polverini, come la testa di serie del girone. Sotto a lei, Luisa Todini, già europarlamentare del Pdl, oggi alla guida di uno dei gruppi industriali più redditizi in Europa. Nel Pdl la volontà di candidare una donna sembra la scelta definitiva. I prossimi giorni potrebbero comunque nascondere sorprese: dalle altre correnti del partito (quella del presidente della Camera, Fini e del sindaco di Roma, Alemanno) arrivano anche altri nomi. Nell’ordine, l’avvocata Giulia Bongiorno, già Presidente della Commissione Giustizia, e il senatore Andrea Augello.

Per rispondere alla nostra domanda, chiediamo a voi una risposta con il sondaggio pubblicato sulla parte destra del sito de “Il Carattere”. Votate il vostro candidato.

Lascia un commento

Archiviato in articolo, lanfranco sbardella, notizie, redazionale

Fondi, l’isola felice delle mafie

A poco meno di un’ora da Roma c’è un avamposto della ‘ndrangheta e della camorra. Si chiama Fondi, è una cittadina in provincia di Latina, basso Lazio. Secondo alcuni, Fondi è l’isola felice delle mafie. Si può fare tutto, perché tutto rimane impunito. Attraverso uomini di fiducia, i casalesi e i fratelli Tripodo (figli del boss della ndrangheta Mico) hanno pesantemente condizionato l’attività della giunta comunale, chiedendo e ottenendo delibere tagliate su misura. L’obiettivo, naturalmente, è quello di accumulare soldi. Con appalti e affari da milioni di euro. Un esempio: a Fondi c’è il più grande mercato ortofrutticolo d’Italia. Il senatore dell’Italia dei Valori, Stefano Pedica, spiega al microfono del Carattere cosa sta succedendo nella tranquilla Fondi. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in articolo, lanfranco sbardella, notizie, video, video

Andrini e le destre

Ricomincia il consiglio comunale a Roma. Ripartono anche i lavori in Senato e il gruppo del Partito Democratico presenterà in entrambe le sedi due documenti.

Il primo: in comune verrà chiesto al sindaco Alemanno di ritirare la nomina di Stefano Andrini, “ex neonazista coinvolto in una serie di assalti compiuti da un gruppo di naziskin nel 1989 e che causarono il ferimento di due giovani romani, uno dei quali finì in coma”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in lanfranco sbardella