La dura vita di un immigrato a Roma

Dalla diffidenza all’aperta ostilità. Sempre più romani stanno cambiando atteggiamento nei confronti degli immigrati. Le aggressioni – verbali e fisiche – aumentano continuamente. Anche in una città che lo stereotipo vorrebbe accogliente e aperta. “Non è ancora un’emergenza, ma un trend negativo molto chiaro, in atto già da tempo”. A dirlo è uno dei massimi esperti di immigrazione nella capitale: il professor Francesco Pompeo, docente di antropologia sociale all’università di Roma Tre. Il professore collabora a rapporto annuale “Osservatorio romano sulle Migrazioni” promosso dalla Caritas.

Il problema più grande coinvolge i romeni, che in pochi anni sono diventati la comunità straniera più numerosa di tutta la provincia con 92.000 presenze (leggi i dati completi nel V° rapporto dell’Osservatorio). Un flusso recente che ancora dev’essere “digerito” dagli abitanti originari della città. “Da quando si è cominciato a battere sul tema della sicurezza – sostiene Pompeo – si è creato un clima di paura verso la nazionalità romena in generale”. Anche grazie ad alcuni fatti di cronaca, primo fra tutti l’omicidio di Giovanna Reggiani nell’ottobre 2007. Ma l’aggressività non si manifesta solo verso i romeni, le vittime sono anche cinesi, marocchini, ucraini, moldavi. Va un po’ meglio per filippini e sudamericani, i primi ad arrivare a Roma tra gli anni Ottanta e Novanta. Tuttavia neanche queste comunità sono immuni dal cambiamento di clima intorno agli stranieri.

LEGGI ANCHE: Diritto di cittadinanza: 30 leggi chiuse nel cassetto
IL VIDEO: I sudamericani di Colle Oppio e la paura del domani

L’altro grande problema è quello delle seconde generazioni. Bambini e ragazzi nati in Italia, sempre vissuti in Italia, eppure stranieri. Questi cittadini a metà vivono sulla loro pelle una doppia estraneità: al loro paese di origine, che conoscono solo attraverso qualche sporadico viaggio, ma anche per la loro terra di adozione, che non gli concede gli stessi diritti dei loro amici e colleghi di ogni giorno.

In questa intervista, il professor Pompeo analizza i più urgenti problemi dell’immigrazione a Roma, con interessanti risvolti anche a livello nazionale.

LEGGI ANCHE: Diritto di cittadinanza: 30 leggi chiuse nel cassetto
Il quinto rapporto dell’Osservatorio romano sulle migrazioni

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in articolo, federico formica, notizie, Uncategorized, video, video

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...