“Vogliamo le dimissioni di Berlusconi” Tutto pronto per il “No B Day”

La conferenza stampa di presentazione dell'evento

“Noi chiediamo le dimissioni di Berlusconi, se possibile sabato sera stessa, perché aspettare lunedì”? Il popolo anti-premier è pronto a scendere in piazza per il “No B Day” in programma per il 5 dicembre a Roma.

Una manifestazione nata dal basso, un passa parola che ha preso le mosse dai social network, un evento “confezionato” nel giro di due mesi che, secondo le stime dei promotori, porterà nella Capitale circa 350.000 persone.

“Inizialmente avevamo chiesto piazza Farnese poi con l’aumentare delle adesioni abbiamo chiesto Piazza del Popolo, fino ad arrivare, qualche giorno fa, a chiedere Piazza San Giovanni” spiega Gianfranco Mascia, uno degli organizzatori che ci tiene a precisare: “Piazza San Giovanni per noi non significa la piazza delle grandi manifestazioni, è solo la piazza successiva a piazza del Popolo” e poi ironizza: “La successiva è il Circo Massimo, ma non facciamo in tempo a chiedere il permesso per quella location”.

Se sul gruppo Facebook dedicato all’evento sono arrivate oltre 400 mila adesioni, Roma si prepara per una grande mobilitazione. Previsti 700 pullman provenienti da 116 località italiane, quattro treni speciali che partiranno da Milano, Torino, Bari e dalla Sicilia e, forse, una nave dalla Sardegna per la quale ci sono trattative in corso.

“Il No B Day vuole essere un no alla cultura berlusconiana – spiega Sara De Santis che si definisce ‘libera cittadina’ – è una battaglia per la democrazia e i partecipanti non sono per forza e solo di sinistra”.

Il “movimento per la liberazione dal presidente del Consiglio” fa sapere che sì, Berlusconi è stato eletto dal popolo “ma in maniera anomala visto che è proprietario di tre televisioni” e si autocandida: “Noi siamo andati ad occupare un posto lasciato vacante dagli altri partiti”.

I manifestanti arriveranno nella Capitale intorno alle 12.30. I pullman si fermeranno nelle stazioni di Anagnina, Laurentina e Tiburtina. Qui saranno accolti da banchetti informativi, hostess e steward vestiti di viola, il colore scelto dai promotori del “No B day” come simbolo della libertà dei popoli.

L’appuntamento è per le 14 a piazza della Repubblica. Da qui i manifestanti si muoveranno in corteo fino ad arrivare a piazza San Giovanni. Alle 15.30,sul palco allestito sul sagrato, inizierà la prima parte del concerto con artisti più o meno noti. Alle 16.30 partiranno gli interventi. Attesi Dario Fo e Franca Rame, Ascanio Celestini, Moni Ovadia Domenico Gallo, Andrea Rivera, Salvatore Borsellino, i ragazzi di Corleone e quelli del “NoPonte”, studenti e dipendenti dell’Eutelia. Poi alle 18.30 la seconda parte del concerto. Sul palco si esibirà Roberto Vecchioni.

Annunci

2 commenti

Archiviato in articolo, katia ancona

2 risposte a ““Vogliamo le dimissioni di Berlusconi” Tutto pronto per il “No B Day”

  1. anna gallo

    Fatte rieccheggiare le numerosissime e assai significativi interviste rilasciate da Bossi sul conto del Cavaliere !!! Poesia, in confronto le parole di Di Pietro e ultimamente di Fini !Vero che abbiamo la memoria corta. La Lega è servita solo di strumento nelle mani del Cavaliere che è riuscito cosi ad ottenere voti “leghisti” non solo in Sardegna ma pure in Sicilia! Una gran farza !
    Operaio Legista, mentre un’abile propaganda ha fatto generare in te un sentimento avverso contro gli immigrati, è stato questo governo e la sua imprenditoria ( Confindustria), complici le banche, a rubarti il posto di lavoro portandolo all’ Est o in Cina.
    Operaio della Lega, ti hanno ingannato ! Nel paese dei ” Signor, si”, si stanno in pochi costruendo gli imperi, mentre sei smarrito, mentre distribuiscono a prezzo sempre più ridotto la polverina bianca per anientare pure il tuo figlio e ti mandano il Papa per ricordarti quanto sei buono e….fesso. Devi ringraziare la chiesa che ci ha portato un’ armata di donne dei paesi dell’ Est, ringraziare i negrieri che immettono sul ns mercato manovalenza a basso costo? E’ guerra tra i poveri, mentre la ns corte e i suoi giullari, con le false privatizzazioni si sono spartiti la telefonia, la distribuzione della corrente elettrica, del gas ed ora della fonte della tua vita: l’ acqua ! Dove eri in tutti questi anni ? A nutrirti della spazzatura dei canali televisivi privati, spazzatura senza odore ma vero e proprio insulto all’ intelligenza umana.
    L’ aveva anunziato il Cavaliere ” Vi voglio fare divertire”. Ci è riuscito a quanto pare visto che ha agito indisturbato mentre tu ” guardavi dall’ altra parte ” . ORA DI AGIRE- REAGIRE-ASSIEME

  2. io mi domando…ma come fa la gente a votare berlusca!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...